Come ho iniziato a lavorare a maglia.

 

Mia nonna ha sempre lavorato a maglia, ma io non ne ho mai voluto sapere.
Spesso mi diceva di iniziare a fare qualche lavoretto, che è importante imparare a fare qualcosa con le proprie mani, che sua sorella gemella Gianna aveva scritto tanti libri anche di maglia, mi ha anche regalato dei cestini in cui mettere i lavori.
Poi un giorno, organizzando il mio matrimonio, ho visto un sacchettino bianco, di lana, con dentro i confetti e ho deciso che i sacchettini delle nostre bomboniere le avrei fatti io a mano.
Ovviamente mi dissero che non avrei fatto in tempo a fare più di un centinaio di sacchettini, da sola, che non ero capace, ecc… apriti cielo, dire ad una Saggitario che non riuscirà mai a fare una cosa è controproducente.
Fatto sta che pian piano, ho fatto una prova e con l’aiuto della mia mamma, che li ha cuciti tutti, le abbiamo fatte tutte!
Nello stesso periodo la nonna per problemi di salute ha dovuto smettere, ma per fortuna mi ha passato conoscenze, modelli, ferri e la sua lana.
Da lì si è aperto il mondo della maglia, fantastico e vastissimo, non si finisce mai di imparare punti nuove e tecniche diverse.
A parte una pausa durante la gravidanza sono 5 anni che lavoro a maglia in ogni momento che riesco a ritagliarmi nella mia vita, ora sempre più impegnata.
Sinceramente credo che la parte più divertente sia la creazione dei modelli e lo studio di tecniche nuove.

Ho anche avuto la fortuna di avere una nipotina e poter fare un sacco di cose per lei, vestitini, gonne, gilet, maglioncini, accessori e copertine!

Ora posso sbizzarrirmi anche con i miei gemellini!!
Mi piace un sacco poter condividere con voi i miei modelli, frutto di esperienza, prove e della mia fantasia.
Spero di avvicinare altre creative al mondo della maglia e accompagnarle nell’apprendimento delle tecniche!
Ho tante idee e pian piano le vedrete!
A presto.

Annalisa